skip to Main Content

Secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per “Riabilitazione” (terapia manuale) si intende quell’“insieme di interventi che mirano allo sviluppo di una persona al suo più alto potenziale sotto il profilo fisico, psicologico, sociale, occupazionale ed educativo, in relazione al suo deficit fisiologico o anatomico e all’ambiente”.

In ambito strettamente sanitario, obiettivo della Riabilitazione è quello di ridurre, parzialmente o totalmente, il “deficit” che rende disabile una persona, attraverso l’utilizzo di funzioni rimaste integre, in modo da permetterle di “vivere” al massimo delle sue capacità.

Questa “restitutio ad integrum” del soggetto da riabilitare è un processo multidisciplinare che coinvolge diverse figure: il medico, il riabilitatore, il paziente, la famiglia, i servizi e la società in genere.

La riabilitazione può iniziare in un ospedale per acuzie ma, raramente, si attuano programmi organizzati in ambiente ospedaliero.

Gli ospedali per la riabilitazioneforniscono solitamente le cure più ampie e intensive e devono essere considerati per i pazienti che hanno le maggiori potenzialità e che possono partecipare a interventi intensivi.

Per il post-intervento e per il piccolo traumatismo la struttura privata è da preferire.

La riabilitazione è in grado di ridurre il carico delle conseguenze della disabilità sia per l’individuo che per la società.

Ha dimostrato di essere efficace nell’implementare la capacità funzionale e l’autonomia individuale attraverso il raggiungimento di una maggiore attività e salute, e la riduzione delle complicazioni e degli effetti della comorbidità.

Ne risulta per la società una riduzione dei costi di dipendenza maggiore di quelli richiesti per la riabilitazione, fino ad un valore pari a circa 17 volte (Melin, 2003; Krauth, 2005).

Il fine di qualsiasi programma riabilitativo deve essere quello di rendere il paziente indipendente in tutte le sue attività quotidiane e di restituire una partecipazione ottimale alla vita sociale ed economica, compatibilmente con il danno anatomico e le limitazioni ambientali.

Back To Top
Message Us on WhatsApp