skip to Main Content

Le lesioni muscolari rappresentano una parte quantitativamente importante nel panorama della casistica traumatica che giunge alla nostra osservazione soprattutto perché colpisce la popolazione fisicamente attiva e dedita allo sport.

Il 92% di tutti gli infortuni muscolari colpisce la muscolatura degli arti inferiori: quadricipite, hamstring, polpaccio.

Possiamo distinguere le lesioni muscolari in vari livelli di severità secondo il criterio anamnestico, anatomo-patologico ed ecografico:

Contrattura
Strappo di 2° grado
Stiramento
Strappo di 3° grado
Strappo di 1° grado
Rottura completa

Il trattamento delle lesioni muscolari in ambito fisioterapico consiste nelle applicazioni con tecarterapia e con laserterapia in una prima fase per facilitare il meccanismo di rigenerazione tessutale e limitare al minimo gli esiti cicatriziali nel contesto della fibra stessa.

Dopo la guarigione della lesione, nella seconda fase, è molto importante che i tessuti interessati dal trauma siano sottoposti ad una serie di mobilizzazioni passive ed attive assistite insieme ad esercizi di allungamento per restituire piena possibilità contrattile ed ampiezza dei movimenti.

In una terza fase si introducono esercizi di potenziamento per il recupero del tono muscolare e della forza.

Nel mio centro il paziente può effettuare tutte le fasi della riabilitazione poiché attrezzato con specifici macchinari adatti ad ognuna delle tre fasi.

Back To Top
Message Us on WhatsApp